Alterpiano

Per la gestione dei rifiuti dell’ATO Toscana centro

Il progetto ALTERPIANO a combustione zero elaborato dal Coordinamento dei Comitati ATO Toscana Centro, propone un cambiamento culturale ed una metodologia concreta; in perfetta sintonia con le normative comunitarie, nazionali e regionali, a cominciare dall’autosufficienza dei territori nello smaltimento dei rifiuti, dalla protezione della salute umana e dell’ambiente e dalla costruzione di una società europea del riciclaggio. Leggi tutto

La rete sotto le stelle

La rete si differenzia dagli altri media (giornali, radio e tv) proprio perché, oltre a possedere le loro caratteristiche, offre anche la possibilità a tutti gli utenti di partecipare direttamente alla formazione dei propri contenuti. Stiamo parlando, quindi, di uno strumento, Internet, che ha messo in crisi molti studiosi circa la definizione stessa della natura della comunicazione. Con il web si passa, infatti, da una diffusione dei messaggi del tipo “da uno a molti” (broadcast), ad uno scambio del tipo “da molti a molti” (netcast). In altre parole, il passaggio da un modello verticale, proprietario e gerarchico della comunicazione ad un modello orizzontale e libero.

E’ chiaro che un tipo di comunicazione come quello del web non sia sempre accolto con entusiasmo dal potere politico costituito; in primo luogo in quei paesi dove il controllo dell’informazione è uno dei fattori chiave su cui si basa un regime autoritario o totalitario. In Cina ad esempio il web è libero ma il Governo spende miliardi per vagliare i siti non graditi e stipendiare persone con l’apposito compito di controllare i contenuti che gravitano sulla rete. Gli esempi potrebbero essere molti altri: pensiamo a cosa è successo non più di un anno fa nei Paesi del Maghreb: la cosiddetta primavera araba si è basata sul web come strumento di comunicazione per far conoscere al resto del mondo quello che stava avvenendo in quei Paesi dove gli altri media erano sotto la “tutela” dello Stato. Leggi tutto

Anche i “grillini” in corsa alle elezioni: Del Bino sfida il cugino Bertinelli

Sarà Giacomo Del Bino il «grillino» candidato a sindaco per la lista «Movimento 5 stelle». Laureato in filosofia, educatore e insegnante di teatro al «Gad», Del Bino correrà, tra gli altri, in concorrenza con il cugino, il candidato del Pd Samuele Bertinelli. Una sfida in famiglia insomma.

Un vero e proprio debutto in politica. «Me ne sono sempre interessato, ma solo come cittadino — spiega Del Bino —. Poi, seguendo il pensiero di Grillo, ho cominciato a sviluppare la volontà di avere una coscienza libera e pulita, lontana dagli interessi di partito per dare voce ai cittadini».

Sul programma, ancora in divenire, è prevista la partecipazione e la condivisione dei pistoiesi, di certo però la lista avrà dei punti saldi: migliorare la qualità ambientale, far diventare i rifiuti risorse, dire basta al consumo del terreno agevolando le ristrutturazioni, sviluppare la filiera corta, predisporre un piano energetico comunale.

Oggi dalle 10 alle 18 e domani dalle 15 alle 18 Del Bino sarà davanti alle Poste di via Cavour per rispondere alle domande dei cittadini e per raccogliere le firme utili alla presentazione della lista.

Fonte: La Nazione

 

Raccolta Firme per il Movimento 5 Stelle

Domani sabato 10 marzo dalle ore 10 alle ore 18 e domenica 11 dalle 15 alle 18 sarà presente davanti alle Poste Centrali in Via Cavour il banchino della raccolta firme per la presentazione della lista del Movimento 5 Stelle di Pistoia. Per l’occasione domani sarà presente il candidato Sindaco della lista in questione Giacomo del Bino, cugino di Samuele Bertinelli candidato della lista di centrosinistra e suo avversario in questa competizione elettorale, il quale risponderà alle domande dei cittadini.