Condividi
  • Yum

Show di mezz’ora sotto la pioggia sul palco di piazza Oplà poi si presentano i ragazzi del “Movimento 5 Stelle”

PISTOIA. Quando cominciarono, nel 2006, erano una dozzina e probabilmente non si immaginavano neppure che sei anni dopo si sarebbero trovati sotto un tendone in piazza , davanti a tanti concittadini, a fianco del loro ispiratore Beppe Grillo. E invece ieri pomeriggio il sogno dei “grillini” pistoiesi si è realizzato. E anche se pioveva, anche se l’unica piazza che erano riusciti a ottenere era la non certo centrale piazza Oplà, in circa trecento – tra simpatizzanti e semplici curiosi – ieri pomeriggio sono venuti a sentirli.

L’appuntamento doveva servire a presentare i candidati del Movimento 5 Stelle, che tentano l’assalto a Palazzo di Giano con le prossime amministrative. Chiaro che tanta gente era venuta a sentire il consueto, torrenziale show di Beppe Grillo. Ma, una volta finito quello, la gente sotto gli ombrelli è rimasta ad ascoltare le idee e le aspirazioni di Paola Di Mania, Ginevra Simoni, Luca Rossi, Nicola Di Pumpo, Maurizio Giorgi. Grazie anche all’acqua piovana, è stato un vero e proprio battesimo per gli aspiranti consiglieri comunali.

Quanto a Beppe Grillo, ha riproposto anche ieri in piazza Oplà il suo mix di temi ecologisti, buonsenso e sparate no global, condito con una carica comica che continua ad avere pochi eguali. Ma in mezzo alle battute («Viaggio con questo camper, non so chi l’ha pagato»; l’Imu, che non si sa ancora quanto ci costerà, è una «tassa a prescindere»), il comico genovese – che per mezz’ora è rimasto a capo scoperto sotto la pioggia – non ha cessato di promuovere i “suoi” candidati. «Guardateli, dite che non sono niente di speciale? È vero! Sono come voi! Ma è solo con gente così che possiamo pensare di cambiare le cose». E ancora: «L’opportunità è straordinaria, avete l’occasione di cambiare qualcosa se qualcuno di questi ragazzi entra in consiglio».

Cosa chiedono i “grillini”? Qual è il loro programma? I candidati hanno spiegato che il programma è ancora da completare, ma le idee-cardine ci sono: bilanci partecipati, referendum senza quorum per decidere sulle questioni amministrative fondamentali, sostegno alle iniziative economiche che vengono dal basso, soprattutto partecipazione come parola d’ordine fondamentale. Lo ha ribadito anche il candidato sindaco Giacomo Del Bino, chiudendo la presentazione dei candidati: «Dobbiamo tutti darci da fare perché questa è l’ultima occasione».

E poco prima Beppe Grillo aveva terminato il suo intervento invitando i pistoiesi «a fare un saltino nel buio con loro (i candidati 5 Stelle, ndr) o ad avviarsi a un suicidio assistito con gli altri»

Fonte: Il Tirreno


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.